La poltrona Le Chat di Pierre Paulin

Pierre Paulin progettò la poltrona Le Chat nel 1967, per la rinomata azienda olandese di mobili di design Artifort.

Nel 1967, Pierre Paulin era in designer di punta della ditta, con la quale ha creato una serie di sedute che sono entrate a pieno diritto nella storia del design: la sedia F 598, la poltrona Tongue e il divano ABCD, su tutte.

Le curve tese della poltrona Le Chat, sembrano nascere da un singolo punto, come se fossero state disegnate con un solo colpo di penna, senza interruzione. Una poltrona che ti invita a provarla, completamente modellata sul corpo, dinamica e riposante.

Le Chat ha curve in bilico, audaci ma che sbocciano immediatamente in qualcosa di più gentile, un bacio o un abbraccio che invita ad accomodarsi.

Proprio come suggerisce il nome, la sedia Le Chat ricorda un gatto che sta per spiccare un salto in aria.

Come per tutti i prodotti di Pierre Paulin, anche questa poltrona è una vera e propria opera d’arte, stimolante ed ispirante ma, soprattutto, un pezzo di arredamento in cui puoi sederti: non è forma per il gusto della forma, ma è design applicato.

Le bizzarre opere di Paulin hanno influenzato designer famosi come Olivier Mourgue, i cui disegni sono stati presentati nel film classico di Stanley Kubrick, 2001: Odissea nello spazio.

Ha vinto il premio di design di Monza nel 1969 e per la prima volta, Paulin ha utilizzato un telaio in alluminio.

Elegante, essenziale e unica, la sedia Le Chat è tornata in produzione nel 2007, sempre ad opera di Artifort.

08b.jpg
La poltrona Le Chat di Pierre Paulin per Artifort

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.