La sedia Chair_One di Konstantin Grcic

Prodotta dall’azienda italiana Magis, cautamente intrepida e associata solitamente a prodotti in plastica, Chair_One (letteralmente “sedia_uno”) è opera del designer tedesco Konstantin Grcic, che ha studiato in Inghilterra. Per molti versi questa sedia, sorprendentemente comoda a dispetto dell’apparenza freddamente intransigente, è un ibrido che riunisce in sé diverse caratteristiche di queste tre nazioni.

Il suo design è importante in quanto si tratta del primo telaio da sedia al mondo realizzato in alluminio pressofuso. La pressofusione è una versione industrializzata della più semplice tecnica della colata in sabbia, ma anziché versare la lega di metallo fuso in una cavità ricavata nella sabbia, il metallo è introdotto (ad alta pressione) all’interno di costose matrici di acciaio inossidabile di alta precisione e spesso molto complesse.

Dall’introduzione sotto pressione, da uno stampo preciso e ad alta rifinitura si ottiene un prodotto di qualità. L’applicazione di questo procedimento alla creazione del telaio di una sedia appare interessante. L’alluminio fuso era impiegato nella produzione dei mobili sin dalla metà del ventesimo secolo. Nel 1945 il designer inglese Ernest Race aveva creato le prime componenti di mobili in alluminio fuso per realizzare le gambe della sua sedia BA (di cui ho scritto qui). In seguito la pressofusione fu utilizzata negli Stati Uniti negli anni Cinquanta da designer quali Ray Eames ed Eero Saarinen, per creare le basi girevoli a quattro o cinque punte delle sedie.

Il design di Grcic sì affida al procedimento della pressofusione non solo per le gambe, ma anche per la seduta e lo schienale della sedia, e utilizza quindi un procedimento antico per dare forma a una sedia moderna. In seguito alla comparsa di Chair_One, l’alluminio fuso è diventato un materiale comune nell’industria dei mobili, anche se un antenato prossimo della Chair_One è la sedia da giardino vittoriana in ghisa.

A parte il divario di materiale e peso, la differenza più vistosa tra le due sedie è data dalla forma decisamente digitale (o computerizzata) della Chair_One. La sua struttura spoglia e lineare ricorda il film-cult di fantascienza Tron, ma si basa al tempo stesso su considerazioni ergonomiche, e accoglie perfettamente le forme del corpo. La sedia fa parte di una collezione chiamata Family_One che comprende questa versione a quattro gambe, con ordinate sezioni rettangolari e gambe in alluminio che ne consentono l’impiego in ambienti interni e esterni, oltre a tavoli e sgabelli da bar.

Dalla versione base è stata sviluppata anche una panchina pubblica, basata su un telaio pressofuso geometrico molto simile, ma montato su una base conica di cemento, e una versione su trave, che poggia anch’essa su una base conica in cemento.

A catalogo Magis, prezzo circa 410,00 euro.

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.