La poltroncina 905 di Vico Magistretti

un alto valore storico testimoniale

Annunci

La sedia 122 di Vico Magistretti

forte dicotomia

La lampada da pavimento Chimera di Vico Magistretti

una forma autoportante

La poltrona Slice di Pierre Charpin

una poltrona a fette

Il tavolino Cicognino di Franco Albini

un tavolino iconico

La sedia Go di Ross Lovegrove

il futuro è adesso

La lampada da tavolo Fontana di Maurice Max-Ingrand

l’abat-jour per eccellenza

Lo sgabello Miura di Konstantin Grcic

uno straordinario software cad

La serie di sedute Lotus di Jasper Morrison

in casa come in ufficio

La serie Clay di Maarten Baas

straordinari pezzi unici

Enzo Mari

il design o è plusvalore culturale o non è design

La lampada a sospensione Topan di Verner Panton

una semplicità accattivante

La sedia Supernatural di Ross Lovegrove

versatile, leggera ed estremamente resistente

La sedia Wavi di Ron Arad

un morbido drappeggio

La sedia Myto di Konstantin Grcic

un nuovo materiale per una nuova cantilever

La lampada portatile Cri Cri di Studio Natural

design accattivante e molteplicità di funzioni

La serie di sedute Random Pak di Marc Newson

tecnologia, design e arte

La Diamond Chair di Nendo

elastica ma resistente, forte ma flessibile

La panchina Extrusion di Thomas Heatherwick

una lunga gestazione

Lo sgabello AP di Shin Azumi

come un origami

Lo sgabello Step Step di Motomi Kawakami

due in uno

La sedia Sayl di Yves Béhar

come un ponte sospeso

Vico Magistretti

Design è anche guardare gli oggetti di tutti i giorni con occhio curioso

La Z-Chair di Zaha Hadid

forte presenza scenica, un’opera d’arte, una scultura

La lampada da tavolo Cobra di Elio Martinelli

straordinariamente mutevole

La collezione Cowrie di Brodie Neill

connessione tra il “fatto a mano” e il “digitale”.

La sedia Alpha di Brodie Neill

una meravigliosa forma scultorea

La seduta a due posti Manta-Ray Duo di Zaha Hadid e Patrik Schumacher

forma organica e gioco simmetrico

La Y Chair di Tom Dixon

resistente, ergonomica e con silhouette riconoscibile

La lampada da terra Gräshoppa di Greta Grossman

un design purista

Il sistema di illuminazione Giogali di Angelo Mangiarotti

la moderna interpretazione del lampadario veneziano

La famiglia di sedute Hal di Jasper Morrison

in genere ciò che è speciale è meno utile di ciò che è normale

Il servizio da tè e caffè di Marianne Brandt

il servizio che incarna la filosofia del Bauhaus

La lampada Kandem di Marianne Brandt e Hin Bredendieck

capostipite

Il Cocktail Shaker di Sylvia Stave

l’oggetto che confondere la geometria con la funzionalità

La lampada Ashoka di Ettore Sottsass

tra le più rappresentative e conosciute di Sottsass

La sedia 279 Beugel di Gerrit Thomas Rietveld

un profilo unico

La sedia Brno (tubolar chair) di Mies van der Rohe

gli elemeti essenziali di Mies

100 anni di Bauhaus

100 anni di intramontabile design

Il design di Charles e Ray Eames

una coppia straordinaria

I Mobili Grigi di Ettore Sottsass

la fine del modernismo

La poltrona Melaina di Rodolfo Bonetto

una forma rivoluzionaria dettata dal materiale

La poltrona Amoebe di Verner Panton

lo spirito allegro e impertinente degli anni ’70

Lo sgabello Birillo di Joe Colombo

così spaziale da essere sul set di blade runner

La sedia Tomato di Eero Aarnio

una vera e propria scultura

La sedia Golgotha di Gaetano Pesce

la morte ci rende uguali, essere vivi significa essere differenti

La sedia F598 di Pierre Paulin

senza tempo, moderna e progressista

La collezione Le Bambole di Mario Bellini

da una sporta appoggiata nasce un’icona

La poltrona AeO di Paolo Deganello

una poltrona rivoluzionaria

Il tavolino Florian di Carlo Scarpa

i dettagli sono un modo per raccontarne la forma