La sedia Pk0 di Poul Kjaerholm

più scultura che sedia

La sedia di Allen Jones

fetish chair

La sedia ombrello di Gaetano Pesce

una originalissima sedia pieghevole

La sedia Pressed di Harry Thaler

la complessa semplicità del design

La sedia per ufficio Pollock Executive di Charles Pollock

eternamente bella

La sedia Moca di Jasper Morrison

una presenza discreta

La sedia Bell di Konstantin Grcic

leggera, bella, impilabile, economica, resistente e green

La sedia Roll di Mut Design

…sedie che assomigliano a qualcos’altro…

La sedia Rope di Ronan and Erwan Bouroullec

una piccola rivoluzione

La sedia Cup di Konstantin Grcic

da esperienze di viaggio

La sedia Vico Duo di Vico Magistretti

il buon design non muore mai

La sedia Domus di Ilmari Tapiovaara

ergonomia ai massimi livelli

La sedia 618 di Carlo Scarpa

puro funzionalismo e forme semplici

La sedia Mariolina di Enzo Mari

il mondo non è stato progettato per i ricchi

La sedia Tonietta di Enzo Mari

un nuovo archetipo

La sedia per visite brevissime Singer di Bruno Munari

una sedia senza esserlo

La sedia pieghevole Navy di Sergio Asti

una meravigliosa sedia pieghevole nei due sensi

La sedia Mirandolina di Pietro Arosio

una sedia geniale

La sedia Lia di Roberto Barbieri

tradizione ed innovazione tecnologica

La sedia Kate di Roberto Barbieri

Elegante, impilabile e confortevole

La sedia Fauno di David Palterer

dicotomie ben leggibili

La sedia 122 di Vico Magistretti

forte dicotomia

La sedia La Marie di Philippe Starck

la sedia del primato

La sedia Slice di Mathias Bengtsson

forme organiche e tecnologia all’avanguardia

La sedia Go di Ross Lovegrove

il futuro è adesso

La serie di sedute Sushi di Fernando e Humberto Campana

approccio anti-intellettuale

La serie Clay di Maarten Baas

straordinari pezzi unici

La sedia Supernatural di Ross Lovegrove

versatile, leggera ed estremamente resistente

La sedia Wavi di Ron Arad

un morbido drappeggio

La sedia Myto di Konstantin Grcic

un nuovo materiale per una nuova cantilever

La sedia Mr. Impossible di Philippe Starck e Eugeni Quitllet

mission impossible

La serie di sedute Random Pak di Marc Newson

tecnologia, design e arte

La Diamond Chair di Nendo

elastica ma resistente, forte ma flessibile

La sedia Masters di Philippe Starck e Eugeni Quitllet

omaggio a tre icone

La sedia Sayl di Yves Béhar

come un ponte sospeso

La Z-Chair di Zaha Hadid

forte presenza scenica, un’opera d’arte, una scultura

La sedia Alpha di Brodie Neill

una meravigliosa forma scultorea

La sedia Diatom di Ross Lovegrove

poco materiale, costo contenuto, riciclabile, durevole e…bella

La seduta a due posti Manta-Ray Duo di Zaha Hadid e Patrik Schumacher

forma organica e gioco simmetrico

La Y Chair di Tom Dixon

resistente, ergonomica e con silhouette riconoscibile

La sedia Washington Skeleton di David Adjaye

una presenza scultorea e funzionale

La famiglia di sedute Hal di Jasper Morrison

in genere ciò che è speciale è meno utile di ciò che è normale

La sedia Belleville di Ronan & Erwan Bouroullec

dal punto di vista tecnico avanzatissima

La sedia Piuma di Piero Lissoni

una innovativa superleggera

La sedia Flax di Christien  Meindertsma

la prima biodegradabile

La sedia Monolith di Ross Lovegrove

un sofisticato algoritmo informatico

La sedia Steltman di Gerrit Thomas Rietveld

dal forte significato simbolico

La sedia Berlino di Gerrit Thomas Rietveld

la più scultorea, asimmetrica ed architettonica

La sedia per bambini Trotter di Rogier Martens

leggera e divertente, tanto semplice quanto simpatica

La sedia DSC 106 di Giancarlo Piretti

una famosissima sedia per ufficio