La seduta Mozza di Giuseppe Raimondi

Mozza è una seduta, una sorta di sgabello disegnato nel 1968 da Giuseppe Raimondi per Gufram, la ditta italiana che fa del radical design il proprio fiore all’occhiello.

Figlio della “rivoluzione” e del clima che si respirava in quegli anni, Mozza incarna lo spirito e la capacità di essere assolutamente versatile, adattandosi alle più svariate situazioni ed esigenze abitative.

Rispetto al modello originale, Mozza è stato leggermente rivisto avendo ora una forma più “moderna” e slanciata ma rimanendo ovviamente fedele a quella di un tronco di cono rovesciato e tagliato in diagonale a 45° gradi.

A guardare questa seduta e nel particolare la sua forma, sembrerebbe impossibile sedersi comodamente, in realtà, appoggiandosi sul piano inclinato, invece, l’imbottito inizia a sprofondare sotto il peso trasformando Mozza in una poltrona con schienale e braccioli.

Ecco che questa seduta sfoderabile, (è rivestita con un tessuto elasticizzato), è presentata come un modello in cui non compaiono gli elementi tradizionali, quali schienale, sedile, braccioli, ma sono pronti a “comparire”, appena ci si siede.

Dopo essersi seduti e rialzandosi, la magia ricompare facendo tornare Mozza nella sua forma iniziale.

Il pezzo, che come abbiamo visto è innovativo nella forma, è lo specchio della tensione volta alla ricerca di nuovi linguaggi nel design di arredamento degli anni sessanta.

Evidenti in tal senso, sono i richiami alle correnti artistiche di quel determinato periodo, i mutamenti del costume e le nuove possibilità espressive permesse dai materiali plastici.

È la magia strutturale semplice ma originale che la rende unica nel suo genere.

Grazie alla sua leggerezza, questa seduta diventa un oggetto nomade e versatile nel paesaggio abitativo.

La seduta primaria per il salotto di casa o la perfetta poltrona di servizio in sofisticate ed eleganti hall di hotel di design, Mozza coniuga lo stile contemporaneo internazionale con i caratteri del design radicale italiano“.

Mozza_Giuseppe Raimondi_Gufram.jpg

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.