La poltrona Pot di Arne Jacobsen

Se ho una filosofia, deve essere quello di sedermi al mio tavolo da disegno.

Arne Jacobsen

Nel 1959 Arne Jacobsen creò Pot, una poltrona leggera ed avvolgente, originariamente progettata per il SAS Royal Hotel di Copenaghen.

Originariamente, Pot arredava sia il sofisticato bar Orchid del SAS Royal Hotel sia il sorprendente giardino d’inverno. La poltrona poi era collocata su ogni piano dell’hotel di fronte agli ascensori.

Inutile dire che la sedia Pot era una presenza assidua nell’albergo tanto quanto i suoi fratelli icone di design, Egg e Swan.

Per qualche motivo la poltrona Pot non ha mai avuto lo stesso riconoscimento del resto della collezione Arne JAcobsen e presto è stata posta fuori produzione.

Quasi 60 anni dopo, Fritz Hansen ha reintrodotto una versione rinnovata della poltrona Pot, aggiungendo ulteriori elementi di comfort senza comprometterne il design.

Come molti dei progetti di Jacobsen, Pot unisce gli ideali modernisti all’amore nordico per la natura, creando così una sedia che resiste alla prova del tempo.

La poltrona, è adatta sia per l’uso privato che per il contract sulla base della sua rinnovata durabilità e qualità senza tempo, entrambe le caratteristiche del modo di produrre Fritz Hansen e del modo di progettare Arne Jacobsen.

La poltrona Pot è stata dimenticata, ma merita un rilancio. Vedo la poltroncina come uno dei design più silenziosi e fluttuanti di Jacobsen, quasi come una foglia in aria. La sedia è sorprendentemente comoda e spaziosa e la versione 2018 leggermente modificata, è un complimento allo stile di design più modesto di Arne Jacobsen e un bellissimo esempio di less is more”.

Christian Andresen, capo del design, Fritz Hansen.

La forma è la stessa del design originale del 1959: il sedile e i materiali sono stati migliorati per soddisfare gli standard odierni in termini di comfort e durata. Pot è disponibile in un’infinita varietà di tessuti e pelli.

La poltroncina bassa e comoda abbraccia tutti coloro che vi siedono senza mai prendere il controllo della stanza.

Questa poltroncina, riflette la personalità di Jacobsen: un insistente, perfezionista modernista, per il quale nessun dettaglio era banale.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.