Il tappo meccanico Hutter di Karl Hutter

Annunci

Inventato in origine da Charles de Quillfeldt, it tappo meccanico Lightning Stopper rivoluzionò l’industria della birra e delle bibite in bottiglia.

Fino a quel momento, i produttori di birra e di bibite gasate utilizzavano tappi di sughero.

La pressione dei liquidi contenuti, però, creava spesso del problemi.

Per sigillare la bottiglia in maniera efficace, il sughero doveva restare umido, in modo da evitare un suo restringimento e lo sgassarsi della bevanda. Inevitabilmente ciò condizionava il design delle bottiglie.

Per garantire che il tappo di sughero restasse umido, occorreva riporle sdraiate, per cui spesso le bottiglie venivano realizzate con la base arrotondata.

Ma anche cosi, spesso si verificavano perdite. II primo tentativo di creare un tappo per le bibite gassate e per la birra risale al 1859, quando Henry William Putnam inventò una guarnizione di filo metallico per trattenere il tappo.

Il design di Charles de Quillfeldt, che ebbe molte imitazioni e qualche occasionale miglioramento successivamente alla vendita del brevetto ad altri produttori, prevedeva invece solo una guarnizione di gomma attorno al tappo di sughero che, penetrando nel collo, sigillava la bottiglia.

Questo tipo di tappo era tenuto saldo da un filo metallico che presentava a ogni lato del collo due anelli che agivano da perni.

II miglioramento più importante al brevetto originate di Quillfeldt arrivò nel 1893, quando Karl Hutter aggiunse al tappo meccanico Hutter, l’Hutter Stopper, un tappino in porcellana provvisto, nella parte inferiore, di una guarnizione di gomma.

Oltre a essere estremamente facile da aprire e da chiudere, la miglioria apportata da Hutter al suo tappo meccanico, detto anche swing top, permetteva ora di modificare la forma delle bottiglie di birra e di bibite gassate.

Non era più necessario che avessero un collo lungo per proteggere il tappo di sughero, e questo fornì ai produttori di birra la possibilità di sperimentare e di differenziare i marchi.

Negli anni Venti, quando la birra e le bibite gassate cominciarono a essere prodotte in maniera totalmente industrializzata, il tappo meccanico Hutter era ormai stato superato dal tappo a corona, un semplice tappo metallico con un bordo corrugato che poteva essere posizionato e stretto da una macchina brevettata da William Painter nel 1892.

Il tappo meccanico aveva, tuttavia, lasciato già un segno indelebile nell’immaginario collettivo.

Un altro tipo di tappo meccanico Hutter, nel quale gli incastri dei perni sono integrati nella bottiglia, e ancora impiegato dal fabbricante di birra olandese Grolsch.

L’azienda utilizza il tappo meccanico dal 1897 e lo ha reso parte integrante del marchio.

Per un brevissimo periodo di tempo, il tappo meccanico e stato un accessorio di moda molto noto fra i teenager, quando fu adottato come decorazione per le scarpe prodotte da Matt e Luke Goss della UK Pop Sensations Bros.

Un prodotto che era stato per motivi del tutto differenti un’icona del secolo precedente, tornò cosi ancora una volta alla ribalta.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.