Norman Bel Geddes

BIOGRAFIA

Norman Bel Geddes nasce nel 1893 ad Adrian, nel Michigan.

Studia arte all’Institute of Art di Cleveland e successivamente all’Art Institute di Chicago.

Nel 1913 è a Detroit in qualità di disegnatore pubblicitario per Packard e General Motors.

Nel 1916 è scenografo a Los Angeles e, nel 1918, per la Metropolitan Opera Company di New York.

Nel 1925 inizia a lavorare a Hollywood. Dal 1927 si dedica all’architettura e al product design.

Lavora per la Toledo Scale Company nel 1929. Progetta con I’ingegnere tedesco Otto Koller il Transoceanic Passenger Plane Aircraft Number Four.

Nel 1932 lavora per la Standard Gas Equipment e pubblica Horizons, un libro manifesto sul design.

Disegna Soda King Syphon per la Walter Kidde Sales Company.

Nel 1939 progetta Futurama per la General Motors, alla Fiera mondiale di New York. Si ritira a vita privata e muore a New York nel 1958.

NORMAN BEL GEDDES DESIGNER 

La cucina a gas della fine del XIX secolo costituì il modello per i sistemi di cottura moderni: una struttura a sé stante con forno a forma di scatola, di solito poggiato su gambe di supporto per facilitarne l’accessibilità, e sopra i fornelli da due a quattro fiamme”, spiega John Heskett.

Nel 1932 a New York la Standard Gas Equipment Corporation mise in produzione un modello disegnato da Norman Bel Geddes con contenuti formali e tecnologici veramente innovativi.

Nel suo design egli aveva eliminato il supporto a gambe ricurve e lo spazio aperto sottostante, ricettacolo di polvere, sostituendolo con uno zoccolo alto che costituiva un vano capiente…

Le superfici erano formate da lastre smaltate saldate su un telaio d’acciaio anzichè avvitate, con risparmio di tempo e riducendo il rischio di danni durante il montaggio.

Tuttavia l’innovazione produttiva più considerevole era rappresentata dal fatto che circa cento modelli,  ciascuno con parti diverse, vennero sostituiti da dodici elementi di base unificati che comprendevano forno, fornelli e spazi contenitori, che davano luogo a sedici modelli diversi, con considerevole risparmio“.

Nel progetto di Bel Geddes la cucina non è più intesa somma di componenti estranee l’una all’altra: struttura, forno, fuochi, ripiani e quant’altro, bensì configurazione di elementi che integrano le funzioni base disponendosi a definizione dell’apparecchio più consono alle esigenze del fruitore.

E questo ben evidenzia la peculiarità del design di Bel Geddes, quando egli persino anticipa temi che verranno poi sviluppati da altri.

La maggiore unita d’intenti, nella produzione americana informata allo stile aerodinamico, nonchè al la filosofia dell’efficientismo, al simbolismo, alla strategia delle vendite, in una parola all’ industrial design”, spiega Renato De Fusco, “si deve all’apporto di un singolo personaggio, all’architetto Norman Bel Geddes, il prima designer ad occuparsi dei problemi teorici dello streamlined e il più duttile ai vari settori della produzione.

I suoi progetti per auto precorrono i più riusciti prodotti di serie, i suoi progetti di treni quelli successivamente realizzati dalla Union Pacific, un suo progetto di idrovolante per quattrocentocinquanta persone e all’origine del recente Jumbo Jet”.

Esempi della sua ricerca avanzata i progetti Aircraft Number Four del 1929 e il treno presentato nel libro manifesto Horizons del 1932. “Dove”, precisa Fabrizio Bonomo, “la locomotiva a vapore e due carrozze sono integrate in un unico profilo a goccia che termina in una coda affusolata“.

39957662932_cbe7aeb6d6_b.jpg
Transoceanic Passenger Plane Aircraft Number Four del 1929
1024px-BelGeddesCar.jpg
un modello di automoble a goccia
4748526320aa2c6422e5477b3f620a34.jpg
la cucina a gas

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.