Il cordless AlessiPhone di Stefano Giovannoni

Secondo telefono disegnato per Alessi, dopo il precedente del 2003, questo cordless si caratterizza per l’essere totalmente diverso dall’usuale.

Se normalmente, infatti, questa tipologia vede il riproporsi della differenza tra la cornetta e la base, perfettamente riconoscibili come a se stanti, il nuovo telefono di Giovannoni è un oggetto caratterizzato dall’identità omogenea di questi due elementi, che si richiudono uno sull’altro formando un corpo unico.

Un precedente storico e rintracciabile nella concezione del telefono Grillo di Marco Zanuso, del 1967, forse il primo tentativo di ricondurre a un unico volume le due funzioni fino ad allora separate.

I due oggetti, però, sono totalmente diversi: se Grillo giocava sull’ironia, AlessiPhone denuncia il suo essere un “animate tecnologico” attraverso il suo aspetto dinamico assolutamente contemporaneo.

Realizzato in policarbonato lucido, Bianco all’esterno e nero all’interno, questo oggetto racchiude le tecnologie più avanzate e le funzionalità di ultima generazione.

Un cordless elegante, con display OLED(1) a 65000 colori, che garantisce una nitidezza di immagine decisamente superiore rispetto ai cordless più diffusi, menu a icone, suonerie polifoniche composte da Gak Sato.

Un oggetto di classe, che sorprende anche i più esigenti appassionati di design e tecnologia, AlessiPhone è pensato per una clientela raffinata, esigente e amante del design.

Completano il prodotto numerose funzioni avanzate, tra cui la modalità vivavoce ad alta qualità, l’ampia rubrica e il menù multilingue, oltre a sveglia e orologio su display.

Caratterizzato da linee eleganti ed essenziali, esaltate da finiture di pregio e da una lucida finitura di sapore hi-tech. Realizzato in policarbonato, l’interno nero è ravvivato dalla tastiera retro-illuminata blu.

AlessiPhone_Stefano Giovannoni_Alessi.jpg
Il cordless AlessiPhone di Stefano Giovannoni per Alessi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.