Lo specchio Milo di Carlo Mollino

Lo Specchio Milo di Carlo Mollino per Zanotta è una iconica creazione dedicata alla celebre Venere.

Rappresenta un elemento fortemente decorativo il quale, nella sua semplicità, riesce a trasudare lusso ed eleganza.

Questa creazione ha alle spalle una grande storia: l’oggetto fu infatti disegnato dal “maestroCarlo Mollino nel lontano 1937, e ancora oggi è un articolo molto scelto ed apprezzato.

Nel 1937 appunto, epoca nella quale non si parlava in termini progettuali degli oggetti d’arredamento, e quando di alcune funzioni non ci si occupava, relegandole ai cimenti di pochi bravi “decoratori“.

In questo clima dalle parti di Torino un architetto pieno di talento, aveva capito che gli interni erano la migliore palestra possibile per trovare forme nuove alle cose con cui valeva la pena vivere.

Carlo Mollino, un grande studioso dell’immagine e un sofisticato fotografo, un provetto sciatore e un esperto pilota di aerei e automobili, uno scrittore colto e un amante dell’universo femminile, un viaggiatore curioso e un inventore di oggetti, insomma un personaggio eccezionale un figlio d’arte che viveva “l’architettura a tempo perso e gli hobby a tempo pieno

La protagonista di questo specchio è senza dubbio la sua sagomatura, grazie alla quale è possibile intuire in modo chiaro la fonte di ispirazione di questo modello, la quale riguarda il mondo dell’arte.

Il nome di Specchio Milo è infatti tutt’altro che casuale: questo specchio riproduce l’inconfondibile “silhouette” della Venere di Milo, straordinaria statua greca in marmo oggi custodita al Museo del Louvre di Parigi.

É solo grazie al suo speciale “taglio” che questo specchio riesce a “richiamare” la famosissima Afrodite di Milo: la sua struttura, infatti, è semplicissima, e priva di cornice.

Interamente realizzato in cristallo, questo specchio propone un unico dettaglio di rilievo, ovvero un nottolino in acciaio inox tramite cui si può effettuare il fissaggio a parete.

Alto 81 cm, questo specchio si può utilizzare con successo nei contesti più disparati: in bagno, nella camera da letto, in un ingresso o soggiorno

La sua raffinatezza estetica, unitamente alla sua speciale simbologia, rende questo specchio ben più di un semplice accessorio: la sua presenza, infatti, non passa inosservata, anzi si può affermare senza esitazioni che lo Specchio Milo ha una straordinaria capacità di catalizzare l’attenzione.

Carlo Mollino in questa opera, accompagna il profilo della Venere di Milo nel diventare specchio, nel cui bagliore ritrovarsi e moltiplicarsi, perchè “se qualcosa ci salverà, sarà la bellezza”.

specchio milo_zanotta_carlo mollino.jpeg.jpg
Lo specchio Milo di Carlo Mollino per Zanotta

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.