La sedia Militare di Gerrit Thomas Rietveld

Annunci

Nel 2017, il movimento De Stijl ha celebrato il suo 100° anniversario. Per tale occasione la ditta Lensvelt ha avviato in collaborazione con gli eredi di Gerrit Rietveld una partnership mediante la quale Lensvelt diventa il distributore esclusivo della serie di mobili militari di Rietveld.

Il movimento artistico De Stijl fu formato nel 1917 , Theo van Doesburg, Piet Mondriaan e Bart van der Leck. Gerrit Rietveld presto si unì a questo movimento come produttore di mobili e architetto.

Rietveld rese gli ideali di De Stijl spazialmente visibili. Nel 1923 colorò la sua poltrona rossa e blu e poco dopo costruì la sua famosa casa Schroder.

Nel 1923 Rietveld ricevette una commissione da P. van der Pluym, il proprietario del negozio di nome Wessels, per realizzare sedie per la casa militare cattolica di Utrecht, usando bulloni e dadi invece dei tasselli di legno per le giunture di legno.

Un design robusto, e distintivo grazie all’uso di traversine e colori a contrasto.

I giunti più importanti della struttura sono collegati mediante bulloni di rinforzo, mentre il resto è inchiodato insieme. Il sedile e lo schienale sono in compensato da 12 mm, fissati mediante bulloni di rinforzo nel caso dello schienale e da chiodi nel caso del sedile.

In questa sedia, le travi orizzontali e le gambe sono collegate per mezzo di un giunto sovrapposto di 1,5 cm. Questo giunto è fissato da una vite completamente visibile.

Due anni dopo, Rietveld ha progettato un’altra sedia con braccioli basata sullo stesso principio della sedia militare, ma questo modello successivo è molto più confortevole grazie ai braccioli, allo schienale più alto e al sedile più profondo.

Nel 1926 (o più tardi, in considerazione del fatto che i disegni non sono datati), Rietveld progettò un’altra variante della sedia militare.

La sedia Militare di Gerrit Thomas Rietveld per Lensvelt

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.