La sedia per la Casa del Sole di Carlo Mollino

Carlo Mollino, architetto, designer, fotografo e scrittore, è un appassionato della montagna e maestro di sci. A Cervinia frequenta Leo Gasperl, campione del mondo di sci.

Riceve l’incarico di realizzare “La casa del Sole”, concepita come un’operazione commerciale per una Cervinia, che, ancor priva di un piano regolatore, si avviava a divenire un centro turistico invernale tra i più noti a livello internazionale.

Realizzata tra il 1947 e il 1955, rappresenta la realizzazione di quelle idee di ‘villaggio in verticale‘ abbozzate da Mollino per il “centro sportivo quota 2600“.

In opposizione al concetto folkloristico del villaggio di châlets questa architettura doveva essere: “un filtro dove si entra cittadini e si esce sciatori“.

Con riferimento, forse agli insediamenti montani per la valle di Vars (Le Corbusier, 1939) Mollino propone una costruzione alta, dominante sul paesaggio ma legata al luogo.

Una struttura in cemento armato di nove piani, la più modernista costruita dall’architetto in montagna, sorprendentemente sormontata e conclusa asimmetricamente da una capanna in legno.

I venti appartamenti del condominio sono progettati con i criteri del moderno residence: servizio di ristorante, lavanderia, market, garage, portineria e arredo su disegno.

L’edificio oggi entrato a far parte della storia dell’architettura alpina del ‘900.

Una cura speciale è dedicata proprio agli elementi di arredo, realizzati nel 1953: attorno ai camini a pipa sono disposte sedie e tavolo di un unico tipo.

Il letto matrimoniale è composto da una coppia di letti singoli che possono anche essere impilati a castello. Gli armadi sono ricavati, e scompaiono, nelle boiseries.

La Casa del Sole è l’unico progetto di Mollino, noto per i suoi pezzi unici, i cui interni sono composti con moduli seriali ad arredare “unità abitative” per futuri clienti sconosciuti.

Proprio per questo complesso, nel 1953 progetta la famosa sedia impiegata negli appartamenti e nel ristorante Pavia. La sedia è tutt’ora a catalogo della ditta Ettore Canali (Brescia), realizzata a mano in legno massello di rovere con connessioni in ottone.

Lo schema dello schienale di questa sedia, con qualche modifica è stato riproposto da Carlo Mollino, in altre progettazioni di sedie.

cad3cdd4acdc6f93b026a27c5dbba37e.jpg
La sedia per la Casa del Sole di Carlo Mollino per Ettore Canali

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.