La poltrona Pierce di mC.dsg

 

“Siamo sopraffatti dal rumore esterno, quindi l’idea di vuoto, solitudine, silenzio e design pulito è sempre più allettante.
La solitudine è un ingrediente cruciale e sottovalutato per la creatività.
Di conseguenza, ci aspettiamo una maggiore enfasi sulla vacuità e ci facciamo spazio nella nostra vita per questo.” mC.dsg

 

mC.dsg è uno studio di design che Matteo Coracin ha fondato nel 2017; i suoi progetti nascono con la prima intenzione di creare emozioni e incuriosire nella loro essenzialità, oggetti che prendono spunto dalla tradizione, ma vengono affrontati con un approccio moderno, pensando anche ai più piccoli dettagli.

Durante il Salone 2018 ha presentato: una sedia, una famiglia di tavoli e una poltrona, messi in produzione dal brand Infiniti. Due di questi sono stati selezionati per lo Young&design Award e la poltrona Pierce è stata premiata.

Pierce è una poltrona che vive e colpisce per il forte contrasto tra telaio e seduta.

La struttura è realizzata in rovere massello e crea delle curve sinuose mentre la morbida seduta, dalle geometrie organiche, ne è trafitta rimanendo di fatto sospesa creando un effetto che alleggerisce il design della poltrona ed è proprio questo dualismo, che rende interessante tutto il progetto.

Dal punto di vista tecnico la grande sfida progettuale è stata quella di nascondere qualsiasi tipo di giunzione, vite o altro sistema di fissaggio. Il problema è stato risolto e la poltrona si presenta in tutta la sua essenzialità fatta di linee e curve.

Lo straordinario dualismo tra struttura e seduta della Poltrona Pierce di mC.dsg

Annunci

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.