La sedia Fantastic Plastic Elastic di Ron Arad

La sedia Fantastic Plastic Elastic, detta anche FPE, è una sedia leggera e impilabile basata
su una rivoluzionaria tecnica di fabbricazione. Progettata da Ron Arad per Kartell, la FPE si basa sul concetto di sedia prodotta su scala industriale, semplificandone i problemi di fabbricazione grazie all’assenza di qualsiasi materiale e processo superfluo: il risultato è una soluzione morbida, sensuale e sinuosa. Traslucida e leggera, è disponibile in bianco, grigio e nei vivaci rosso, giallo e blu, e si presta a un uso sia in esterni sia in interni.

Due tubolari che corrono paralleli sono tagliati ad altezza sfalsata, mentre un foglio in polipropilene traslucido stampato a iniezione si incastra tra di essi. Il metallo e la plastica sono poi curvati assieme in un unico pezzo a formare il suo caratteristico profilo, in un procedimento unico mediante il quale i tubolari paiono “addentare” la plastica, fissando
automaticamente la membrana che forma la seduta e lo schienale senza ricorrere a collanti o elementi di fissaggio.

Ciascun tubolare è parzialmente diviso per formare lo schienale e la gamba anteriore. I costi di fabbricazione dei componenti in plastica e metallo sono dovuti alla misura degli utensili utilizzati. I piatti tubolari in alluminio e il foglio stampato a iniezione della FPE riducono la quantità di materiale richiesto, abbattendo i costi per la strumentazione. Questo approccio minimalista si riflette in una struttura concisa che resta flessibile fintantoché il peso dell’occupante blocca la sedia, creando così una struttura rigida e ferma con un uso dei materiali ridotto al minimo. Dopo la laurea all’Architectural Association, l’israeliano Arad fondò il suo studio e showroom di design One Off Ltd a Covent Garden, Londra.

Intriso dello spirito “fai da te” e confrontato con un mercato per l’arredamento stagnante e con la recessione, Arad decise di mettersi in proprio e di diventare fabbricante oltre che designer. Ridefinendo il design contemporaneo grazie a un approccio fantasioso e arguto verso gli oggetti rinvenuti e riciclati, fossero i vecchi sedili di una Rover o ponteggi inutilizzati, ha cominciato da oggetti realizzati su commissione nel suo laboratorio per abbracciare, con la FPE, la produzione in serie, continuando a creare oggetti tecnicamente giocosi ed emozionali, e pragmatici e funzionali, avviando nel tempo una proficua collaborazione con l’azienda specializzata in mobili di plastica Kartell.

A catalogo Kartell, prezzo circa 230,00 euro.

 

Annunci