La sedia Cross Check di Frank Gehry

Spesso i design migliori sono quelli che nascono dalle idee più semplici. Nel caso di questa sedia, l’intento perseguito era quello dl sfruttare le proprletà strutturali
e flessibili di strisce dl acero laminato per realizzarne ogni singola parte. Le strisce
sono intrecciate tra loro, con la conseguente realizzazione di un motivo a quadretti
(check) che ricorda i mobili di rattan intrecciato o i cesti di midollino, ma su scala molto
più grande. Le sinuosità delle strisce laminate intrecciate conferiscono alla sedia una
stabilità strutturale che risulta al contempo flessibile e resistente.

Non è dunque un caso che la sedia abbia anche un forte impatto estetico e sia immediatamente riconoscibile. La sua ideazione risale a un periodo in cui le sedie iniziavano a essere considerate alla stregua di opere di scultura e i loro designer erano osannati come artisti. Pur essendo pratica, la Cross Check è commercializzata in edizioni limitate e firmate come un’opera d’arte, ed è ricercata dai collezionisti per le sue qualità formali sperimentali come pure per la sua fruibilità. La sedia Cross Check è stata progettata dall’architetto canadese Frank Gehry, meglio noto per i suoi edifici organici rivoluzionari, come la Disney Concert Hall di Los Angeles e il Museo Guggenheim di Bilbao. Questa non è stata la sua prima incursione nel design di mobili, o nella sperimentazione con i materiali.

Gehry ha dichiarato che fonte di ispirazione per la sua Cross Check è stata la struttura intrecciata del cesti di mele che ricordava risalire ai tempi della sua infanzia.
Nel 1989 il produttore di mobili Knoll aprì un laboratorio a Santa Monica in California
accanto allo studio dello stesso Gehry, e l’architetto passò i tre anni successivi a lavorare
con strutture di legno laminate. II telaio della Cross Check è realizzato con doghe estremamente sottili di acero bianco resistente, larghe 5 centimetri, e altre laminate
aventi uno spessore variabile compreso tra i 15,24 e i 23 centimetri, fissate con colla
urea-formaldeide ad alta tenuta.

La colla d’assemblaggio Thermoset conferisce rigidità strutturale, riducendo al minimo la necessità di giunti e consentendo movimento e flessibilità allo schienale delle sedie, per un comfort ulteriore. La collezione di sedie e tavoli è stata presentata in anteprima al Museo di Arte Moderna di New York nel 1992, procurando a Gehry e Knoll numerosi riconoscimenti e premi di design.

A catalogo Knoll International, prezzo circa 3.900,00 euro.

Annunci