La lampada Ará di Philippe Starck

La Ará è uno dei numerosi sistemi di illuminazione creati dall’esuberante designer
Philippe Starck. Sebbene il design conservi caratteristiche comuni a molte lampade un piede o base circolare, uno stelo dritto e affusolato e uno schermo regolabile per proteggere e direzionare la sorgente luminosa, qui la luce si accende e si spegne sollevando e abbassando la sommità. Si tratta di un progetto che per linguaggio e forme è caratteristico dell’enorme portfolio delle opere di Starck. La lampada Ará è un esempio di design di forte impatto e di grande sensibilità di mercato, e risale al periodo in cui il suo autore stava emergendo come nome internazionale legato a prodotti di marca di alta qualità e uso domestico.

La lampada utilizza un acciaio cromato dalle grandi proprietà riflettenti che richiama il glamour, la ricchezza e un’intelligente comprensione del design contemporaneo, L’organico paralume simile a una fiamma è una forma spesso ricorrente nelle sue
creazioni, dalle piccole maniglie per porta e gli spazzolini da denti, ai mobili, per arrivare all’imponente “fiamma” scultorea che svetta sull’edificio Asahi eretto a Tokyo nel 1990. É proprio questo vocabolario particolare a trasformare la lampada Ará in un classico, indissolubilmente legato al nomo del suo creatore.

L’equilibrio tra i tre componenti della base, della colonna e del paralume promuove il valore simbolico di quest’ultimo. La personalitá della lampada Ará è infatti rappresentata proprio dalla forma evocativa di questo elemento che fa differenza da altre lampade da tavolo. Il paralume è come in molte altre lampade, tale da soddisfare le esigenze funzionali, ma in equilibrio con gli altri elementi crea un insieme coeso che rappresenta la riuscitissima contrapposizione di forme propria dell’autore.

Nel 1969 Starck fu nominato direttore artistico della Pierre Cardin, ma fu l’incarico ricevuto nel 1984 per la realizzazione dei mobili e degli interni del Café Costes di Parigi (di cui ho scritto qui) a farlo conoscere a un pubblico più commerciale. Grazie all’abilità nel promuovere se stesso e al fascino eloquente, Starck ha sempre accolto numerose opportunità che gli si presentavano sul cammino. In grado di affrontare e comprendere le nuove tecnologie sia nelle vesti di designer che deve applicarle, sia come consumatore che desidera abbracciarle, ha dimostrato di essere uno dei pochi “super designer” in grado di lasciare una impronta visibile sui paesaggi domestici e di interni.

A catalogo Flos, viene proposta a circa 600,00 euro.

Annunci