Il Minitimer di Richard Sapper

Il design del timer da cucina rotondo è caratteristico della fusione tra tecnologia e
stile operata dal designer industriale Richard Sapper. È ridotto ai minimi termini ed è pragmatico: il meccanismo gira all’interno del guscio, cosicché il tempo restante è visibile dall’alto e di lato attraverso una piccola apertura tonda. Con un diametro di 7 centimetri, questo timer di piccole dimensioni, proposto nei colori nero, bianco e rosso, ricorda vagamente la strumentazione scientifica o quetta delle automobili.

Si imposta facendolo ruotare una sola volta fino a un tempo massimo di 60 minuti, scaduti i quali il Minitimer suona. Il successo di questo design fu immediato. Della sua
produzione iniziale si occuparono Ritz-ltalora, con sede vicino a Milano e, sotto licenza, la francese Terraillon. Quest’ultima azienda, fondata nel 1942, fin dall’inizio aveva prodotto bilance da bagno e da cucina, ed è oggi leader nel mercato di questi prodotti.

La Terraillon ha sempre sposato con successo il design alla tecnologia, un dato spiegato in buona parte dalla stretta collaborazione tra i loro designer e il reparto della ricerca e sviluppo. L’approccio creativo di Sapper alla progettazione ingegneristica è evidente nei suoi design più noti. Specializzatosi in prodotti elettronici quali radio, televisori ed apparecchi per l’illuminazione, Sapper diventò noto per le sue progettazioni del
rivestimento esterno di questi prodotti. Ciò spiega forse anche il successo del timer, il cui contenitore abilmente tagliato in senso orizzontale nella parte centrale. Il Minitimer è un oggetto elegante e discreto, molto apprezzato nel tempo e ricercato, ed è parte della collezione permanente del Museo di Arte Moderna di New York e di quella del Centre Pompidou a Parigi.

Annunci