Il giradischi Beogram 4000 di Jacob Jensen

Nel 1972 il caratteristico design piatto e integrato del giradischi Beogram 4000
apparve ai consumatori di prodotti di alta fedeltà come una rivelazione. Ispirato all’architettonico stile Bauhaus di Mies van der Rohe, aveva una linea modernista che
sfociava in un’estetica radicale. I controlli, per esempio, anziché essere posti sul lato
frontale dell’apparecchio figuravano sul piano superiore. Disponibile con profili in tèk,
palissandro, quercia o bianchi, per rifinire la modernità dell’alluminio e il perspex colorato del coperchio, il giradischi Beogram sostituiva alle tradizionali manopole impiegate dai marchi concorrenti delle leve scorrevoli.

Progettato da Jacob Jensen (che tra il 1964 e il 1985 fu il principale designer della Bang & Olufsen) il Beogram 4000 segnò la nascita di una filosofia di design diversa, finalizzata a creare prodotti semplici e intuitivi che valse a Jensen oltre cento riconoscimenti internazionali, facendone uno dei designer più premiati del mondo. Il giradischi presenta un braccio elettronico tangenziale che spostandosi in linea retta verso il centro del disco appoggia la testina esattamente nel solco, evitando la distorsione acustica causata dal movimento ad arco dei bracci tradizionali.

Una delle caratteristiche più sorprendenti del Beogram era rappresentata dal secondo braccio, che grazie a una fotocellula riusciva a determinare le dimensioni di un disco.
All’epoca, la capacità quasi magica di riconoscere automaticamente e suonare un
LP (long playing), un Ep (extended playing) o un singolo risultava sbalorditiva per i fruitori di quegli anni. Abbinato al suo gemello il Beocenter 4000, il Beogram 4000 formava il Beosystem 4000, in cui si combinavano con eleganza un amplificatore 2×40 watt, un giradischi, una radio AM/FM, una piastra per cassette di alta qualità e altoparlanti, dando cosi vita al primo impianto audio di moda.

Per molti anni il Beogram 4000 ha subito regolari modifiche, e negli anni Settanta è
stato molto imitato dalle altre marche di impianti stereo. La strategia di Bang & Olufsen ha sempre dato la precedenza però al gusto o alla qualità più che al prezzo e ha
sempro puntato molto sullo stile, mirando a consumatori attenti al design. Questa
strategia le ha assicurato una posizione di leadership nel mercato del design che
occupa ancora oggi.

Annunci