May Day di FLOS: una lampada che ti viene in aiuto

In fatto di design sono un conservatore, in testa mi frulla uno stupido dogma secondo il quale in questo campo tutto è già stato detto e scritto.

Chi può ancora dire qualcosa in questo settore dopo i fratelli Castiglioni, Charles e Ray Eames, Magistretti, Ponti, Colombo ecc ecc?

Delle volte però devo ricredermi (ed è un bene), ecco allora che il “tutto” della seconda riga si trasforma in “tanto” e mi lascio così emozionare e coinvolgere da nuovi oggetti di qualche nuovo designer.

E’ il caso della lampada May day di Konstantin Grcic (che all’attivo ha altri pezzi da novanta) prodotta da Flos (in nero e arancione).

Mi è subito piaciuta, e, da subito ha attirato la mia attenzione; l’ho già regalata un paio di volte, il prezzo è abbordabilissimo e il risultato conseguito (soddisfazione) è stato elevato.

Nasce come lampada da tavolo ma credetemi, si presta a moltissimi altri usi e ambienti; nel 2001 è arrivato il Compasso d’Oro: è destinata a diventare una icona moderna.

La sua forma ricorda quella di un megafono ed è dotata di una pratica maniglia che funge anche da avvolgicavo, la lampada infatti è dotata di un cavo lungo che permette anche di essere appesa.

Essendo in polipropilene opalino stampato ad iniezione resiste in modo egregio agli urti e ai danni degli agenti atmosferici (se usata esternamente).

 

Klat_May_day_1990_Konstantin_Gricic_6lampara_mano_mayday_flos_3mayday_flos_2mayday_konstantin_grcic

Annunci